Fondazione

Mario e Maria Luisa Macciachini Monti

Onlus

Bando di concorso

1. La Fondazione Mario e Maria Luisa Macciachini Monti bandisce per l’a.a. 2010/11 un concorso per 7 Borse di studio annuali dell’ammontare di Euro 13.000 (tredicimila) ciascuna, non rinnovabili. 5 borse di studio sono destinate a studenti universitari meritevoli, disabili della vista o dell’udito, di età non superiore ai trenta anni, residenti in Lombardia, che si trovino in condizioni economiche disagevoli aggravate dalla situazione di disabilità. Le restanti due borse di studio sono destinate a studenti affetti da forma grave e certificata di dislessia,  di età non superiore ai trenta anni, residenti in Lombardia, che si trovino in condizioni economiche disagevoli.

2. La domanda di ammissione al concorso redatta su carta libera, spedita in raccomandata con avviso di ricevimento, dovrà pervenire alla Fondazione Mario e Maria Luisa Macciachini Monti, Viale Lucania 26, 20159 Milano, entro il termine perentorio del 15 dicembre 2010. Della data di invio farà fede il timbro postale.

Nella domanda il candidato dovrà indicare:

1) Nome, cognome, data e luogo di nascita, codice fiscale, residenza e recapito telefonico;

2) Le motivazioni della sua candidatura.

Unitamente alla domanda dovranno essere allegati:

a) un certificato di frequenza dell’Università di appartenenza con l’elenco degli esami sostenuti e la votazione in essi riportata;

b) Stato di famiglia;

c) Certificato di residenza;

d) Certificato medico che attesti il tipo e la gravità della sua disabilità o del suo disturbo specifico dello sviluppo;

e) Dichiarazione di non aver mai goduto di un sostegno analogo a quello richiesto alla Fondazione o, in caso contrario, un documento che attesti il tipo e la durata del sostegno già ricevuto;

f) Autocertificazione comprovante il reddito complessivo familiare dell’anno precedente (cf. allegato A. Il modulo da compilare di questo e degli altri allegati è disponibile alla pagina internet www.fondazionemacciachinimonti.it);

g) una fototessera;

h) Consenso al trattamento dei dati sensibili trasmessi ai soli fini dell’assegnazione della borsa di studio (cf. allegato B);

i) Consenso a trattenere negli archivi della fondazione tutti i documenti trasmessi (cf. allegato C).

Ai fini del contenuto dei punti a/i la Fondazione si impegna formalmente a non divulgare ad estranei alla Fondazione i dati raccolti.

3. Le candidature saranno giudicate dal Consiglio di Amministrazione della Fondazione. I candidati potranno essere chiamati a sostenere un colloquio con il Consiglio di Amministrazione della Fondazione o con persona da questo delegata. In tal caso sarà dato ai singoli candidati ammessi al colloquio un preavviso scritto di almeno 15 giorni.

Determinanti per l’assegnazione delle Borse di studio saranno:

1) il giudizio di merito negli studi;

2) la situazione economica disagevole del candidato;

3) la gravità della patologia disabilitante;

4) la situazione di eventuale urgenza in cui possa trovarsi lo studente (insorgere o aggravarsi della patologia, lontananza dalla sede degli studi, ecc.);

5) la richiesta di un finanziamento destinato all’acquisto di mezzi e tecnologie specificamente adattati alle esigenze dello studente o al pagamento di corsi di formazione e simili. Tale richiesta dovrà essere corredata da un preventivo della spesa da sostenersi.

La Commissione elaborerà, in base alle notizie contenute nei documenti trasmessi dai canditati e al risultato del colloquio da essi eventualmente sostenuto una graduatoria dei candidati giudicati meritevoli delle borse. Le borse che restino disponibili per rinuncia o decadenza dei vincitori potranno essere assegnate ai successori idonei, secondo l’ordine della graduatoria.

Il giudizio della Consiglio d’Amministrazione è insindacabile.

4. Tutte le borse di studio verranno corrisposte in due rate uguali, di cui la prima entro il 30 gennaio 2011, la seconda dopo sei mesi e su presentazione di documentazione fiscalmente corretta che attesti le modalità in cui è stata impiegata la prima rata del finanziamento. Tale documentazione potrà essere corredata di un nuovo preventivo per le spese da sostenere nel secondo semestre di fruizione della Borsa di studio.

Milano, 18 ottobre 2010